Guida pratica alla scelta di una stufa a pellet

Non è affatto semplice parlare di qualità quando si parla di pellet. È infatti vero che un pellet di qualità può bruciare ottimamente in una certa stufa e un po’ meno bene in un altro modello! Si potrebbe affermare pertanto che la qualità del pellet è relativa. Il concetto di “qualità” deve essere unico e deve avere un riscontro oggettivo (le analisi del pellet) in modo tale che tutti possano riconoscere un pellet di qualità ancor prima di vederlo bruciare. Ci sono due leggi molto conosciute che parlano di qualità e sono la DIN tedesca e la O-NORM austriaca.

In base ad esse si possono distinguere 4 tipologia di pellets:

  • Pellets a Normativa (O-NORM M 7135)
  • Pellets Certificati (DIN Plus)
  • Pellets a Normativa (NORME DIN)
  • Pellets che rientrano in altre normative (CTI-R 04/5 – 5G5 – DIN 51731 – 55187120)

Cercando di semplificare è importante tenere in considerazione i seguenti parametri:

  • potere calorifico: ovviamente il suo valore è direttamente proporzionale alla qualità del pellet
  • umidità: non sopra l’8%, anche se alcuni marchi di qualità si accontentano del 10%; l’acqua presente nel pellet consuma una parte del potere calorifico sviluppato in combustione per passare dallo stato liquido ad aeriforme, pertanto, tanto più l’umidità è bassa tanto meno sprechi avrò in fase di combustione
  • residuo in ceneri: deve essere sotto o al limite pari all’1%, in quanto un eccesso porta alla formazione di croste nelle stufe (poco importante nelle caldaie e nei camini)

Quali aspetti considerare al momento dell’acquisto del pellet

Al momento dell’acquisto del pellet il consumatore finale deve assicurarsi:

  1. che siano indicati tutti i riferimenti per poter contattare il produttore o il rivenditore
  2. che sia riportata la dicitura “pellet di legno” accompagnata dalla classe di qualità del prodotto in base alla norma europea vigente (UNI EN 14961-2)
  3. che sia riportata l’origine della materia prima (legno vergine non contaminato)
  4. che sia riportato il marchio di certificazione (ENplus o Pellet Gold), completo di numero identificativo
  5. che sia riportato il peso venduto (in kg o t)
  6. che il pellet acquistato sia idoneo all’apparecchio termico a cui è destinato, stufa o caldaia

Il prodotto può, inoltre, essere dotato di una scheda tecnica riportante le caratteristiche chimico-fisiche, che solitamente ha le seguenti caratteristiche.

Rossopellet tiene in considerazione nella scelta ai propri clienti di tutti i parametri in oggetto al fine di garantire prodotti che riflettano le miglior caratteristiche di mercato e che rispondano ai più alti standard qualitativi.