Al via il 13° Pellets Industry Forum a Berlino

Il 13° Pellet Industry Forum dal 14 al 15 ottobre è dedicato agli ultimi sviluppi nel mercato del pellet.
La crescita nel settore del pellet ha scatenato un aumento del commercio internazionale del pellet. Mentre l’aumento dei consumi offre nuove opportunità per l’industria dei produttori, fornitori, distributori e fornitori di servizi, questa crescita pone ulteriori sfide per la logistica e lo stoccaggio.

Gli esperti dell’industria, della ricerca e della politica saranno presenti al 13 ° Pellet Industry Forum, che si svolgerà nel Centro Congressi di Berlino dal 14-15 ottobre, per discutere le tendenze dei mercati  internazionali del pellet e dei nuovi sviluppi tecnologici. L’Unione europea rappresenta il più grande mercato per i consumi di pellet al mondo. Secondo uno studio condotto dal Global Agricultural Information Network (GAIN), nel 2013 nell’Unione Europea sono state consumate 17,5 milioni di tonnellate di pellet di legno. Tale valore è previsto in aumento a 20 milioni di tonnellate nel 2014. Attualmente, l’UE produce pellet per coprire circa il 71% del suo consumo. Anche nel prossimo futuro, la capacità di produzione attuale di 16,2 milioni di tonnellate non sarà in grado di bilanciare la domanda in continua crescita. Di conseguenza, l’UE si rivolgerà sempre più verso le importazioni nei prossimi anni.

Fiumi di pellet importato nell’UE

Le importazioni di pellet sono quasi quadruplicate negli ultimi cinque anni, passando da 1,25 a 6 milioni di tonnellate. Tuttavia la dipendenza dalle importazioni varia notevolmente all’interno dell’UE. Dopo gli Stati Uniti e il Canada, la Germania è il terzo più grande produttore di pellets al mondo ed è autosufficiente. “Grazie alle capacità esistenti in Germania, siamo facilmente in grado di coprire la nostra attuale richiesta di 2 milioni di tonnellate. In Germania, la capacità produttiva è stata regolarmente sempre con un surplus di produzione di pellet, che può poi essere esportata. Nel 2013, questo surplus è stato pari a quasi 300.000 tonnellate “, dice Martin Bentele dall’Istituto Tedesco Energia del legno e dell’Associazione DEPV. A differenza della Germania, paesi come il Regno Unito, l’Italia, la Svezia e la Danimarca fanno molto affidamento sulle importazioni per coprire i propri fabbisogni. La produzione di pellet è leggermente in calo in Svezia, ad esempio, il che significa che il paese deve attingere in particolare alle importazioni dai paesi baltici e dalla Russia per coprire i propri fabbosogni aggiuntivi.

Logistica e stoccaggio diventando sempre più importanti

Come risultato della crescente domanda di pellet e l’aumento del commercio internazionale, l’industria del pellet si trova ad affrontare sfide logistiche: l’anno scorso, in Europa sono state importate, stoccate e maneggiate 2,8 milioni di tonnellate di pellet dagli Stati Uniti, 1,9 milioni di tonnellate dal Canada e 702.000 tonnellate provenienti dalla Russia. E’ fondamentale che la qualità del pellet deve essere mantenuta lungo tutta la catena della fornitura fino al cliente finale. Ecco perché il Pellet Industry Forum ha dedicato una sessione per gli aspetti pratici di questo tema il 15 ottobre. il Prof. Michael Bradley dal Centro Wolfson per Bulk Solids Handling nel Regno Unito terrà una presentazione sulle ultime esperienze, problemi pratici e possibili soluzioni per la gestione del pellet come materiale sfuso.

In rete con esperti del settore pellet.

Inoltre, Boris Sviderski del “Rotterdam Terminal Rinfuse” nei Paesi Bassi parlerà delle sfide affrontate dagli scaricatori nelle operazioni di trasbordo. La questione se i silos o i magazzini sono più adatti per lo stoccaggio sicuro delle grandi quantità di pellet sarà discusso da due relatori: Dave Price esperto della GexCon, specialista in fatto esplosioni nel Regno Unito, ed il distributore di pellet tedesco Bernd Kleeschulte. Infine nel pomeriggio si terrà un workshop “SafePellets & AshMelT” sulla conoscenza per i depositi di pellet in fatto di sicurzza.

In rete con esperti del settore pellet

Oltre ai temi della logistica e della movimentazione, la Industry Forum Pellet dispone di ulteriori sessioni che coprono gli ultimi sviluppi nei mercati internazionali del pellet  e mette in luce le componenti tecniche, politiche e giuridiche più remote nel mercato delle caldaie e delle stufa così come le innovazioni sul combustibile. Il 13°Industry Forum Pellet offre ai partecipanti numerose opportunità tra la varietà di argomenti offerti  per proseguire le discussioni con esperti, costruire relazioni di business esistenti e creare nuovi contatti. I partecipanti sono invitati a concludere la prima giornata conferenza in una rilassante cena post conferenza.
Per ulteriori informazioni sul Pellets Industry Forum 13 °, si prega di visitare il sito:

www.pelletsforum.de

Breve descrizione:
Fin dalla sua costituzione nel 2001, Industry Forum Pellet ha incoraggiato lo scambio di conoscenze e networking in tutto il settore pellet. Esso si rivolge ad esperti e decision maker dell’industria, del commercio, della ricerca, del settore dei servizi e della politica ed offre un’eccellente opportunità per i partecipanti di ottenere le informazioni più recenti, stabilire contatti commerciali importanti e pianificare attività congiunte. Con partecipanti provenienti da oltre 30 paesi, il Pellet Industry Forum è uno degli eventi più importanti del settore in Germania e in tutto il mondo.
Recapiti Organizzatore:
Barbara Pilz
Solar Promotion GmbH
P.O. Box 100 170
75101 Pforzheim, Germania
Tel .: +49 7231 58598-0
Fax: +49 7231 58598-28
pilz@pelletsforum.de
www.pelletsforum.